INAUGURAZIONE ANNO DELLA MEDIAZIONE 2013 – 2014

EVENTO DELL’ANNO Giovedì 19 settembre 2013, dalle ore 09:00 alle ore 14:00 nella prestigiosa Sala Capitolare del Senato della Repubblica presso il Chiostro del Convento di Santa Maria sopra Minerva in Piazza della Minerva 38 in Roma. 

SE VUOI ASSISTERE ALL’INTEGRALE CERIMONIA DI INAUGURAZIONE DELL’ANNO DELLA MEDIAZIONE, CLICCA QUI

CON LA PARTECIPAZIONE DI:

Giorgio Santacroce

Primo Presidente della Corte di Cassazione

Gabriele Albertini
Senatore e componente della
Commissione Giustizia

Con il patrocinio di:

LOGHI

Il Forum Nazionale dei Mediatori ringrazia il Sig. Presidente del Senato, Sen. Pietro Grasso per aver concesso il patrocinio del Senato della Repubblica; il Sindaco di Firenze, dott. Matteo Renzi per il patrocinio della Città di Firenze, indicata per l’anno 2013-2014, dal Forum Nazionale dei Mediatori quale modello di buona amministrazione, per aver aperto uno sportello di “mediazione sociale”, gratuito, confidenziale e volontario.

Ore 09:15- 12:00 Interventi

Saluto del Sig. Presidente del Senato

Saluto del Sig. Presidente del Senato

Irene Gionfriddo, Portavoce del Forum Nazionale dei Mediatori
Luigi Viola, Avvocato, docente universitario, esperto di mediazione e dei sistemi ADR – Coordinatore dell’Osservatorio ADR del Forum Nazionale dei Mediatori
Piero Sandulli
, Avvocato, docente universitario, esperto di mediazione e dei sistemi ADR, Responsabile Scientifico del Forum Nazionale dei Mediatori, nonché dell’Osservatorio Nazionale sull’uso dei sistemi ADR

Relazione e “Borsa di studio”: Francesca TempestaCoordinatrice II Dipartimento dell’Osservatorio sull’uso dei Sistemi ADR – Titolo della relazione: Indagine sull’attività del mediatore

Ore 12:00 – 14:00 Relazioni 

Be Sociable, Share!
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

2 Responses to INAUGURAZIONE ANNO DELLA MEDIAZIONE 2013 – 2014

  1. Primula Venditti says:

    Gent. mi Responsabili Forum Nazionale Mediatori,
    Vi ringrazio di avermi informato della vostra lodevole iniziativa sulla promozione della cultura della mediazione nel nostro Paese.
    Permettete un piccolissimo personale contributo al dibattito sulla promozione e sviluppo della mediazione nel nostro Paese.
    E’ lodevole promuovere la mediazione come strumento di pacificazione sociale e di promozione del bene comune. E’ altresì molto importante il connubio mediazione – CEI, per contribuire a recuperare e promuovere i valori cristiani nella nostra società, nel mondo della politica e delle professioni, al fine di ottenere una realtà migliore.
    Personalmente ritengo che la legge sulla mediazione possa essere migliorata:
    secondo la mia umile personale opinione, sarebbe opportuno che il mediatore, nelle cause civili, avesse una formazione prettamente giuridica, dovendo dare una valutazione in punto di diritto oltre che sui fatti, anche al fine di prevenire una futura lite giudiziaria; tale formazione giuridica potrebbe essere garantita con il conseguimento della laurea in giurisprudenza ed un diploma di specializzazione almeno biennale, all’esito di un esame finale meritocratico.
    Al fine di rendere l’ufficio di mediazione un possibile strumento deflattivo del carico giudiziario, nonché al fine di preservare l’indipendenza del mediatore e la sua collaborazione con il sistema giudiziario, sarebbe opportuno che il mediatore facesse parte del sistema giudiziario.
    Nel formulare i migliori auguri per la Vostra iniziativa,
    confidando di essere informata sui prossimi sviluppi della mediazione, e sulle vostre attività e relative modalità di partecipazione,
    Vogliate gradire
    Cordiali Saluti
    Primula Venditti

  2. Primula Venditti says:

    Gent. mi Resp. Forum Nazionale dei Mediatori,
    Vi ringrazio del Vostro invito.
    Sono lusingata di apprendere che il mio brevissimo intervento abbia destato attenzione. Mi sia concessa, in questa sede, qualche breve precisazione.
    La materia della mediazione si presenta, oggi, come una materia in evoluzione, attuale ed utilissima, quanto alla sua funzione di strumento di pacificazione sociale.
    Sicuramente è utile l’apporto di idee ed il confronto costruttivo, anche e soprattutto tra Rappresentanti delle Istituzioni, della Chiesa Cattolica, Professionisti del diritto e Cittadini del nostro Paese. E’ auspicabile che tale confronto di idee avvenga nelle sedi più appropriate, quali i convegni con relatori qualificati, così come proposto dal Forum Nazionale dei Mediatori.
    A mio umile avviso, quale semplice cittadina prima ancora che giurista in costante apprendimento, la formazione giuridica del mediatore appare necessaria e strumentale alla sua funzione di operatore/professionista, chiamato a prendere atto di fatti e soprattutto di questioni giuridiche delle parti in lite, anche al fine di tentare una conciliazione stra-giudiziale.
    In tale prospettiva, si potrebbe immaginare il procedimento di mediazione quale “mini procedimento stragiudiziale”, volto alla conciliazione delle parti ed anticamera solo eventuale del giudizio civile. Sarebbe auspicabile anche l’intervento degli avvocati nel procedimento di mediazione, quali difensori delle parti.
    Infine, è assolutamente necessario e proficuo che si apra un costruttivo dibattito tra il mondo delle Professioni intellettuali, le Istituzioni del nostro Paese, la Chiesa Cattolica e i Cittadini: l’attività di studio e di promozione del Forum Nazionale dei Mediatori appare orientata in tale direzione: per questo tale lodevole iniziativa va condivisa e sostenuta!
    Codiali Saluti
    Primula Venditti

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *